NEWS
Loading...

I FRATELLI DALTON E IL MODELLO ATTANZIALE DEI TENTATIVI FRUSTRATI


I fratelli Dalton sono ispirati alla figura della Banda Dalton, criminali attivi nell'epoca del Far West fra il 1890 e il 1892.

Originariamente nati come opponenti del cowboy Lucky Luke, hanno poi dato vita a una divertente serie animata, che si svolge nel 1872, fino al 1877, dove passano le loro giornate in una prigione di massima sicurezza, e tentano sempre inutilmente di evadere.

I Daltons hanno ricoperto il ruolo di opponente del cowboy dalla tesa bianca Lucky Luke
I quattro fratelli sono, semioticamente parlando, un climax inverso, in cui alla progressiva altezza corrisponde una decrescente furbizia.

Infatti il più basso del gruppo, Joe è astutissimo e senza scrupoli mentre Averell è dolcissimo e un po' tonto.

Joe Dalton, astutissimo e senza scrupoli

In compenso Averell è il più abile artisticamente, ha un feeling incredibile con tutti gli animali, ed è abilissimo manualmente, mentre Joe è assolutamente incapace di realizzare alcunché.

Averell, il primo a sinistra, è il più alto e il più ingenuo dei fratelli
I due fratelli sono antitesi uno dell'altro e sono i due opposti del quadrato semiotico che formano con gli altri due membri della famiglia:
  • Joe - bassissimo
  • Averell - altissimo
  • William - non altissimo
  • Jack - non bassissimo
ma anche:
  • Joe - astuto
  • Averell - ingenuo
  • William - non astuto
  • Jack - non ingenuo
Il modello attanziale alla base delle storie è molto evidente, come accade di solito per le vicende proposte a un pubblico più giovane:
  1. Soggetto - i fratelli Dalton
  2. Oggetto - evadere
  3. Aiutante - le idee di Joe
  4. Opponente - il direttore, le guardie e talvolta Averell
  5. Destinante - la carcerazione
  6. Destinatario - i Dalton


A proposito di archetipi, Joe è il guerriero e l'orfano, Averell l'innocente e il mago, tutti e quattro i Dalton sono viandanti.

La serie è un'allegoria della condizione umana, sempre in cerca di un cambiamento alla propria situazione ma incapace di liberarsi davvero.


0 commenti: