NEWS
Loading...

Flavio Caroli e la Cappella Sistina: un capolavoro dalla volta al pavimento

Il disegno del pavimento della Cappella Sistina può essere visto come un diagramma del macrocosmo.

Il modello di cerchi e quadrati si riferisce a una tradizione di diagrammi che risale almeno alle enciclopedie medievali e che visualizza le idee cosmologiche e l'armonia di tutto il mondo.

Teorie che risalgono a Pitagora e al pensiero platonico elaborato dai filosofi greci sulla struttura essenziale di macrocosmo e microcosmo, correlando i quattro elementi del mondo ai quattro temperamenti dell'uomo, alle quattro stagioni dell'anno e alle quattro età dell'uomo.

Il pavimento è situato in asse verticale direttamente sotto la Creazione di Adamo. Questo rapporto tra il pavimento e la pittura articola la posizione centrale dell’"Uomo" nella
cosmologia del Rinascimento.

Si comprende quindi come il pavimento rappresenti il macrocosmo che stabilisce un rapporto dell’uomo, come microcosmo, con il resto della pittura e del mondo nel suo complesso, come macrocosmo.

Il concetto microcosmo / macrocosmo stabiliva nel Rinascimento la posizione centrale dell'uomo nella creazione.

L'uomo ha una posizione unica che partecipa sia ai mondi terrestri che a quelli celesti.

0 commenti: