NEWS
Loading...

Crozza, la maschera e il Festival di Sanremo

Ormai è ufficiale: Fabio Fazio ha annunciato che Maurizio Crozza sarà presente domani alla prima serata di Sanremo e "dirà quello che vuole".

La grandezza dell'arte di Crozza consiste fondamentalmente nella sua prodigiosa abilità a trasformarsi, divenendo icona di qualunque personaggio intenda parodiare e satireggiare.

Lo si potrebbe definire un significante assoluto, che, solo variando alcuni connotati attraverso una parrucca, un paio di occhiali o una barba, (oltre che
con i codici gestuali, mimici e tonali) riesce ad assumere qualunque significato.

Diventa Ingroia, ma anche Berlusconi, è icona di Mantezemolo ma anche di Guccini, di Briatore ma pure di Bossi e Maroni.

Il suo volto è, semiologicamente parlando, elemento denotativo, che diviene connotativo grazie alla sua abilità e ad alcuni orpelli.

In pratica il suo volto è una sorta di maschera naturale che si fa segno.

Senza dubbio un buon segno, che, come direbbe il suo personaggio Briatore, diventa un "sciogno".

0 commenti: