NEWS
Loading...

Le comete del 2013, Nostradamus, Alessandra Rotundi, la panspermia e un segno dal cielo

Ci informa Corriere.it che in questi giorni sta arrivando nei pressi del Sole la cometa C/2011L4/Pan-Starrs che a partire dal 10 marzo dovrebbe essere visibile a occhio nudo al tramonto.

Lunedì è passata vicino alla Terra e sarà il primo dei due spettacoli cometari che l’annata astronomica ci riserva.

Alla fine dell’anno lo spettacolo potrebbe essere ancora più esaltante con una seconda cometa (Ison) che, secondo le previsioni, potrebbe diventare la cometa del secolo perché la sua luminosità potrebbe addirittura gareggiare con quella della Luna.

Una cometa è un oggetto celeste relativamente piccolo, simile ad un asteroide ma composto prevalentemente
di ghiaccio.

Il termine cometa viene dal greco κομήτης (kométes), cioè chiomato, dotato di chioma, a sua volta derivato da κόμη (kòme), cioè chioma, capelli, in quanto gli antichi paragonavano la coda di questi corpi celesti ad una lunga capigliatura.

Alessandra Rotundi dell'Università Parthenope di Napoli, secondo la teoria della panspermia, sostiene che le molecole portate dalle comete siano alla base dell'origine della vita sulla Terra. È una teoria che nacque nei primi anni del novecento e compatibile con le osservazioni fatte dalla sonda europea Giotto nel 1986 quando si avvicinò alla cometa di Halley.

Per passare alle profezie, nelle quartine di Nostradamus si legge: "La Grande Stella sarà tripudio per sette giorni", cioè la cometa sarà molto vicino alla terra per sette giorni e sette notti. Inoltre dice: "Il cane enorme ululerà tutta la notte, quando il grande pontefice cambierà terra". Il cane grande è considerato da molti interpreti come il Regno Unito e il pontefice è considerato il papa e quindi anche Roma sarà distrutta."


Quindi, per alcuni le comete sono icone di una testa chiomata, per altri indici di nuova vita che attraversa lo spazio e germoglia dove trova il giusto ambiente e per altri ancora simboli di distruzione e fine del mondo.

Tutti sono perciò d'accordo che una cometa, prima ancora di essere un evento astronomico, sia un segno.

Un segno dal cielo.

Ecco una delle comete previste quest'anno:

0 commenti: