NEWS
Loading...

CAROLINA KOSTNER. IL POST SULLO SPOT - PARTE 1


"Una macchina lussuosa, con autista, avanza in un paesaggio toscano. Il cielo è al tramonto, ci sono alcune mucche che pascolano, serene e seguono con lo sguardo il percorso dell'automobile. Nell'automobile si intravede, bellissima ed elegante, la pattinatrice italiana Carolina Kostner. Accanto a lei, sul sedile, un paio di pattini.

L'auto con la bella passeggera si inerpica in un classico paesino medievale della campagna toscana. Al suo passaggio anziani calzolai al lavoro nei loro laboratori alzano la testa, sorridono, e seguono l'auto per un attimo con lo sguardo.

I colori dell'atmosfera sono sempre caldi, come per una giornata al tramonto. Una gallina attraversa la strada, un fornaio tira fuori il pane appena cotto, una donna con un cesto di uova appena raccolte, si ferma al passaggio dell'auto.

L'auto supera una piazzetta dove tanti bambini, di diverse nazionalità, giocano a calcio, sereni. I bambini per un attimo si distraggono dalla partita e seguono con gli occhi il percorso dell'auto, sorridenti, poi riprendono a giocare.

Carolina Kostner, protagonista del case study di Polismantica
L'automobile giunge a destinazione. L'autista si alza e apre lo sportello a Carolina che, elegantissima, con tacchi alti vertiginosi, entra in un edificio. L'interno è ipertecnologico, futurista, i colori su azzurro e verde. Si aggirano tecnici in camici bianchi, indaffarati.

Uno di loro, con atteggiamento affidabile, professionale (camice e occhiali) porge alla ragazza la scarpa e dice, con un sorriso cortese "ce l'hanno portata proprio stamattina...l'abbiamo testata, è pronta"

La ragazza tocca la pelle della scarpa di colore beige, e toccandola fa vedere che si piega con facilità, è morbida, la avvicina a una guancia e la sfrega leggermente, chiudendo gli occhi e esclama "mmhhh", annuendo compiaciuta.

ADV




Nell'ultima scena i calzolai che continuano a lavorare, sorridono e annuiscono soddisfatti, come se avessero immaginata la scena, orgogliosi del proprio lavoro. "

Ecco la trama di uno spot video per promuovere e vendere la scarpa xzy.

Cosa ha di particolare? A prima vista si direbbe niente. E' uno spot come tanti altri.

Invece no.

Questo è un esempio di comunicazione polisemantica, in cui ogni oggetto, comportamento, colore o parola ha un significato ben preciso (e talvolta più d'uno) e nulla è lasciato al caso.

Per comprendere come e perché, basterà leggere i prossimi post, in cui lo spot verrà analizzato.

2 commenti:

Elena Monvecchio ha detto...

Fantastico...come uno sceneggiato a puntate, con il finale di ogni post ad effetto suspance... non vedo l'ora di sapere come andrà a finire :-))

Ciao e grazie per il tuo bel blog

Elena

Anonimo ha detto...

anche io non vedo l'ora di leggere l'analisi....grande :)nojuku