NEWS
Loading...

Alberto Sordi a 10 anni dalla scomparsa e il gesto dell'ombrello

Ricorre oggi il decimo anniversario dalla scomparsa di Alberto Sordi.

Grande è stato il segno che questo attore ha lasciato nel Cinema.

Essenziali ed efficaci i segni che spesso ha utilizzato nelle sue memorabili interpretazioni.

Il gesto dell'ombrello è un segno molto espressivo e conosciuto formato da un significato e un significante.

Il significante (la parte visibile del segno) è la posizione del braccio lievemente piegato sul cui incavo relativo al gomito si poggia l'altra mano, come si vede nell'immagine di Alberto Sordi tratta dal film "i Vitelloni".

Per quanto riguarda il significato (il senso del gesto, l'idea che esso vuole veicolare) esso è abbastanza chiaro e rimanda a un insulto triviale.

Per comprenderne meglio la natura occorre rifarsi alla Storia: durante la guerra dei Cent’anni e precisamente il 25 ottobre 1415 ci fu la battaglia di Azincourt.
In quell'occasione gli inglesi si presentarono sul campo di battaglia contro i francesi armati dell’inedito longbow, l’arco lungo. I francesi sicuri di vincere  mostrarono il medio medio agli inglesi  mentre con l’altra mano facevano cenno di tagliarlo, promettendo loro di mozzargli il dito così da impedirgli, nel futuro, di tirar con l’arco e qualcuno espresse a gesti agli arcieri di Enrico V l’intenzione di recidere loro addirittura il braccio.

In seguito tale segno divenne insultante da un altro punto di vista tanto che l’etologo Desmond Morris avanzò l’ipotesi che questo gesto, che usa il braccio come una sorta di accrescitivo del dito medio alzato, tragga origine dal digitus infamis o digitus impudicus dell’antica Roma (troverete rimandi nelle opere di Marziale e di Svetonio).

Il gesto dell'ombrello ne I Vitelloni di Fellini



Ecco la celebre scena dei "Maccaroni" tratta da Un americano a Roma

0 commenti: