NEWS
Loading...

Walter Kasper, il teologo della misericordia, l'amore e il rigore

Walter Kasper (Heidenheim an der Brenz, 5 marzo 1933) è un arcivescovo cattolico, teologo e cardinale tedesco.

Teologo molto colto e profondo, Kasper ha scritto molti libri.

il cardinale Walter Kasper è stato citato dal Papa a proposito del libro intitolato Misericordia nel corso dell’Angelus.

 “La misericordia è il concetto fondamentale del vangelo”, ma come segnala il sottotitolo del libro edito da Queriniana, è anche “la chiave della vita cristiana”.

“La richiesta dell’amore del prossimo, avanzata da Gesù, non è solo centrale, ma anche radicale, così radicale da togliere il fiato”, scrive il cardinale Kasper,  membro della Congregazione
per la dottrina della fede e Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso, mettendo in guardia anche dalla pseudo misericordia del laissez-faire , il lasciar fare tanto diffuso nella nostra società. “esso comincia con i genitori che, per un errato senso di misericordia verso i figli, cedono loro in tutto."

Ma qual è l'esatto significato del termine misericordia?

La misericordia è un sentimento generato dalla compassione per la miseria altrui (morale o spirituale).

La compassione (dal latino cum patior - soffro con - e dal greco συμπἀθεια , sym patheia - "simpatia", provare emozioni con..) è un sentimento per il quale un individuo percepisce emozionalmente la sofferenza altrui provandone pena e desiderando alleviarla.

Ancora una allusione al motto papale "miserando atque eligendo" che pare ispirerà tutto il suo pontificato.

Ecco un intervista a Walter Kasper:

3 commenti:

Anonimo ha detto...

CHE PAROLE SPLENDIDE .DA METTERE IN PRATICA.

Anonimo ha detto...

Nel suo primo Angelus, di domenica 17 febbraio, Papa Francesco ha esaltato il cardinale Kasper, da lui definito “grande teologo”….

Ebbene, il cardinale Kasper è colui che ha messo in discussione, e in dubbio:
1 – la divinità di Gesù (figlio di Dio);
2 – i miracoli raccontati dai Vangeli;
3 – la resurrezione corporea di Gesù;
4 – le apparizioni di Gesù risorto e l’Ascensione sua;
5 – la divina maternità di Maria ;
6 – l’infallibilità pontificia.

FrancescaM. ha detto...

Anonimo 2°, è meglio parlare solo di ciò che si conosce.
Tra l'altro, Kasper è amico stimato anche di papa Benedetto, che non credo sia un riduzionista in fatto di verità di fede...
Forse i due papi, Benedetto e Francesco, capiscono qualcosina di teologia.