NEWS
Loading...

Nagisa Ōshima, le antitesi di 'eros' e 'thanatos' ne L'impero dei sensi

Il grande cineasta giapponese Nagisa Ōshima, recentemente scomparso, è stato un grande assertore di un cinema libero e rivoluzionario, dotato di una forza da lui stesso definita "lotta persistente".

Una lotta anche di opposti, di antitesi sociali e sentimentali come nel deflagrante "L'impero dei sensi", del 1975.

Le antitetiche figure di eros e thanatos si contaminano e si fondono nel racconto della vera storia di Abe Sada, domestica, amante e strangolatrice.


Tale contrapposizione è enfatizzata da una perfezione formale che non sarà più raggiunta dalle versioni successive che a confronto della sontuosa grandezza dell'originale, sembreranno sempre degli stereotipi.

In questo video la sintesi della vicenda.

0 commenti: