NEWS
Loading...

L'ALLEGORIA NEL GLOSSARIO DI POLISEMANTICA


Il termine Allegoria deriva dal greco antico ("alla" = altre cose, "agoreuo" = dire, parlare). È una figura retorica consistente nella costruzione di un discorso in cui i significati letterali dei singoli termini passano in secondo luogo rispetto al significato simbolico dell’insieme, che generalmente rinvia a un ordine di valori metafisici, filosofici e morali (es. la selva oscura di Dante Alighieri, nel I canto della Divina Commedia diviene l’allegoria del peccato).

Ecco i versi:

"Nel mezzo del cammin di nostra vita
mi ritrovai per una selva oscura
ché la diritta via era smarrita"


Il segno da cui prende vita l’allegoria è il simbolo.

L'allegoria, oltre che in Letteratura è una figura retorica usatissima anche in altri contesti, sia linguistici che visivi.

In pittura non è raro imbattersi in essa. Ne "La Calunnia" di Sandro Botticelli, databile al 1496 e conservato nella Galleria degli Uffizi di Firenze ne troviamo un esempio.

Sandro Botticelli, La Calunnia, 1496, Uffizi, Firenze

Re Mida, riconoscibile per le orecchie d’asino, è l'icona del giudice cattivo; le due donne che gli stanno sussurrando all'orecchio sono il simbolo e prosopopea di Ignoranza e Sospetto.

L'uomo con un cappuccio nero davanti al re, è il simbolo del livore, cioè il  rancore, che trattiene per il braccio una ragazza, simbolo della Calunnia.

Le due ragazze che stanno acconciando i capelli alla Calunnia sono simbolo e prosopopea di Insidia e Frode.

ADV




Calunnia sta trascinando per i capelli l'icona del Calunniato, il quale, con le mani giunte, sembra chiedere clemenza.

Tutta la composizione è allegoria della mancanza di giustizia nel mondo.

Anche nel cinema è ampiamente usata. Fra gli innumerevoli esempi possibili citiamo Il Gattopardo di Visconti, allegoria di un mondo in cui: "se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi." Quindi allegoria dell'inanità degli sforzi per migliorare il proprio tempo.

Il Principe Fabrizio Salina, interpretato da Burt Lancaster, ne Il Gattopardo di Luchino Visconti 
Nella pubblicità valga per tutti l'immagine che segue, allegoria dei danni che il fumo può provocare durante la gravidanza al nascituro.


L'allegoria è una potente figura retorica, estremamente duttile ed efficace per inviare in modo istantaneo messaggi complessi.


0 commenti: