NEWS
Loading...

LA MIA VITA DA ZUCCHINA, IL QUADRATO SEMIOTICO DELL'ABBANDONO


Anche un film di animazione per essere efficace deve usare buone strutture. Questo è il caso de
"La mia vita da Zucchina".

"Ma vie de Courgette" è un film del 2016 diretto da Claude Barras ed è realizzato in animazione a passo uno. Racconta le avventure e disavventure di Icare, soprannominato Zucchina, bambino di 9 anni che, dopo la scomparsa della madre, viene mandato a vivere in una casa-famiglia.

Abbiamo il quadrato semiotico che ci mostra le dinamiche del gruppo di personaggi.

Il quadrato semiotico mette in relazione coppie di concetti presenti nel testo visivo, opposti e complementari e serve a dare al testo maggior dinamismo, facendolo percepire come più accattivante dallo spettatore.

La zia cattiva, "non ritrovata" nel quadrato semiotico
  • Abbandonati- La madre alcolizzata di Courgette, i genitori "perduti"
  • Ritrovati- i bambini della casa famiglia
  • Non Abbandonati- Il poliziotto buono, da quando incontra Courgette e gli vuol bene al punto da adottare lui e Camille
  • Non ritrovati - La zia cattiva, che vorrebbe Camille con sè solo per ricevere sovvenzioni dallo Stato
Il poliziotto buono è "aiutante" nel modello attanziale
Il modello attanziale, che ci racconta lo scopo della vicenda e i suoi attanti è:
  1. Soggetto - Courgette e Camille
  2. Oggetto - vivere serenamente l'infanzia
  3. Opponente - l'indifferenza o l'abbandono dei genitori biologici
  4. Aiutante - l'amore che trovano nella casa famiglia e quello del poliziotto buono
  5. Destinante - le ferite a loro volte ricevute dai genitori snaturati dalla vita e dalla società disattenta
  6. Destinatario - i bambini abbandonati e poi ritrovati
ADV



Le funzioni comunicative usate sono:
  • la referenziale (raccontare la vita dei bambini piegati dalla vita)
  • l'emotiva (fare commuovere il pubblico per la loro sorte sfortunata)
  • l'estetica (raccontare questi drammi in modo poetico, attraverso l'animazione)
Il film usa la funzione estetica per raccontare con grazia e poesia un dramma angoscioso
Un film toccante e poetico, ben costruito anche dal punto di vista comunicativo.

0 commenti: