NEWS
Loading...

L'EVOLUZIONE DELLA COMUNICAZIONE SUL WEB: L'INTERNET DELLE COSE


L'Internet delle cose è una possibile evoluzione dell'uso della Rete: gli oggetti, vale a dire le "cose", si rendono riconoscibili e acquisiscono intelligenza grazie al fatto di poter comunicare dati su se stessi e accedere ad informazioni aggregate da parte di altri.

Le sveglie suonano prima in caso di traffico, le scarpe da ginnastica trasmettono tempi, velocità e distanza per gareggiare in tempo reale con persone dall'altra parte del globo, i vasetti delle medicine avvisano i familiari se si dimentica di prendere il farmaco. Tutti gli oggetti possono acquisire un ruolo attivo grazie al collegamento alla Rete.

Uno smartphone controlla il termostato di casa: un esempio semplice di Internet delle cose

L'obiettivo dell'internet delle cose è far sì che il mondo elettronico tracci una mappa di quello reale, dando un'identità elettronica alle cose e ai luoghi dell'ambiente fisico. Gli oggetti e i luoghi muniti di etichette Identificazione a radio frequenza (Rfid) o Codici QR comunicano informazioni in rete o a dispositivi mobili come i telefoni cellulari.

Il codice Qr ha ormai allargato la sua sfera di competenze e permette di relazionare diversi oggetti

I campi di applicabilità sono molteplici: dalle applicazioni industriali (processi produttivi), alla logistica e all'infomobilità, fino all'efficienza energetica, all'assistenza remota e alla tutela ambientale.

L'internet delle cose tende ad evolversi in modo parallelo e reciproco al web semantico.

L'evoluzione del web semantico per rispondere alla sfida dell'internet delle cose

I principali domini applicativi ed ambiti operativi interessati dallo sviluppo della Internet of  Things sono molteplici. Eccone alcuni:
  • Domotica
  • Robotica
  • Avionica
  • Industria automobilistica
  • Biomedicale
  • Monitoraggio in ambito industriale
  • Telemetria
  • Reti wireless di sensori
  • Sorveglianza
  • Rilevazione eventi avversi
  • Smart grid e Smart City
  • Sistemi Embedded
  • Telematica
ADV




Secondo alcune stime nel 2020 ci saranno 26 miliardi di oggetti connessi a livello globale. ABI Research stima che saranno più di 30 miliardi. Altri istituti parlano addirittura di 100 miliardi.

Le aspettative degli esperti sono che l'Internet delle cose cambierà il nostro modo di vivere in modo radicale. Gli oggetti intelligenti, con capacità decisionale, permetteranno risparmio energetico sia a livello personale (domotica e smart-home) sia a livello macroscopico (smart-city e smart grid).



0 commenti: