NEWS
Loading...

La calligrafia, l'identità e la scrittura digitale

Da quanto tempo non scrivete una lettera a mano, su carta, con la penna? Il fatto che oramai tutti usino la scrittura digitale, sta contribuendo a privarci di una importante parte della nostra individualità, della nostra identità analogica. Stiamo perdendo la nostra grafia.

Per grafia, in linguistica, si intende il modo in cui una parola può essere resa dal punto di vista grafematico. La grafematica (o grafemica) è il campo di studio che si occupa dei grafemi.

Con il termine grafema si indica il segno elementare e non ulteriormente suddivisibile che costituisce l'unità minima dei sistemi di scrittura: un grafema rappresenta
una unità linguistica (un fonema, una sillaba o un morfema)

La cultura digitale sta in parte annientando l'identità analogica. Il sistema informatizzato nel quale viviamo sta creando una vera e propria realtà virtuale, che non è quella dei videogiochi, ma è quella alternativa, generata dai vari social network, dalle mail, dalle chat, strumenti utilissimi con i quali ci confrontiamo con i nostri simili ma che hanno purtroppo la controindicazione di favorire le connessioni rispetto alle relazioni e quella non meno grave di rendere obsoleti alcuni elementi connotativi della nostra esistenza.

Uno di questi è senza dubbio la nostra grafia, che racconta tanto di noi. Ogni grafia è diversa: c'è quella spigolosa, quella infantile, quella sicura, quella timida, quella contorta e quella semplice.

La grafia è un elemento connotativo umano, simbolo della nostra personalità, indice dei nostri disturbi o delle nostre virtù, è una parte di noi, mentre la scrittura digitale è denotativa, standard, uguale per tutti, sia pur nella possibilità di scelta del font da utilizzare.

Per riappropriarci di noi stessi e non farci fagocitare la sistema digitale, non sarebbe male, quindi, riprendere le antiche abitudini che le maestre ci insegnavano da bambini e ricominciare con gli esercizi di calligrafia.

La nostra psiche ne trarrebbe di certo un grande vantaggio.

0 commenti: