NEWS
Loading...

Pietro Grasso presidente del Senato, la lotta alla mafia e la vittoria della legalità.

A Palazzo Madama l'ex procuratore nazionale antimafia vince il ballottaggio sul candidato del Pdl raccogliendo consensi anche dal M5S. Il movimento si è diviso infatti e la scelta di rimanere equidistante ha fatto scattare la prima contestazione interna.

Diviene titolare dell'inchiesta riguardante l'omicidio del presidente della Regione Piersanti Mattarella il 6 gennaio 1980.

L'11 ottobre 2005 è stato nominato procuratore nazionale antimafia.

L'11 aprile 2006 contribuisce con il suo lavoro, dopo anni d'indagine, alla cattura di Bernardo Provenzano

A partire dal settembre 2012 per Rai Storia in 12 puntate Pietro Grasso conduce "Lezioni di Mafia": un progetto di educazione alla legalità, dedicato alle generazioni più giovani per spiegare tutti i segreti di Cosa Nostra.

L'8 gennaio 2013 la direzione nazionale del PD candida Pietro Grasso al Senato della Repubblica Italiana come capolista della lista PD nella regione Lazio. Il 24 e 25 febbraio 2013, Grasso viene eletto senatore della Repubblica Italiana.

Grasso è simbolo del rinnovamento italiano alla luce della lotta alla corruzione, alla mafia, al malaffare in
genere.

La sua opera diviene quindi allegoria di giustizia, vittoria della legalità e lotta al crimine.

La sua elezione a Presidente del Senato è indice che a Palazzo Madama si respira davvero aria nuova.

La proclamazione:


Il discorso di insediamento:

0 commenti: