NEWS
Loading...

IL SIGNIFICATO DEL VENERDÌ SANTO, LE CAMPANE MUTE, IL DIGIUNO E LA VIA CRUCIS


Il Venerdì Santo è il secondo giorno del Triduo Pasquale.

I cristiani commemorano la passione e la crocifissione di Gesù Cristo.

Come nel Mercoledì delle Ceneri, i fedeli dai 14 anni di età sono invitati all'astinenza dalla carne (sono ammessi uova e latticini), e quelli dai 18 ai 60 anni al digiuno ecclesiastico, che consiste nel consumare un solo pasto (pranzo o cena) durante la giornata.

La Salita al Calvario è un affresco di Giotto, databile al 1303-1305 circa e facente parte
del ciclo della Cappella degli Scrovegni a Padova.
Tale digiuno è un simbolo di penitenza per i peccati di tutti gli uomini, che Gesù è venuto ad espiare nella Passione.

E' inoltre simbolo di attesa dello Sposo, secondo le parole di Gesù (Matteo 9,15); lo Sposo della Chiesa, cioè Cristo, viene tolto dal mondo a causa del peccato degli uomini, ma i cristiani sono invitati a preparare con il digiuno l'evento del suo ritorno e della liberazione dalla morte.

Il Venerdì Santo le campane non suonano in segno di lutto.

La Crocifissione Mond o Gavari è un dipinto a olio su tavola di Raffaello Sanzio,
databile al 1502-1503 e conservata nella National Gallery di Londra
In questo giorno non si celebra l'Eucaristia, ma si celebra in modo solenne la Via Crucis, metafora del percorso fatto da Gesù con la Croce per giungere al Calvario, luogo in cui fu ucciso e allegoria delle difficoltà che ogni uomo deve imparare ad affrontare con fede.

La liturgia è incentrata sulla narrazione delle ultime ore della vita terrena di Gesù secondo il Vangelo di Giovanni e sull'adorazione della croce, molto importante, in questo giorno.

La Crocifissione è un dipinto tempera su tavola di Masaccio, databile al 1402-1406 e facente parte dello smembrato e in parte disperso Polittico di Pisa, del quale costituiva il comparto centrale superiore
La croce, da icona di strumento di tortura, diventa simbolo dell'amore che Dio nutre verso gli uomini.

ADV




Con la croce Dio riporta la vita vera nel mondo, con la croce Dio insegna all'uomo ad amare. I cristiani in questo giorno sono invitati a non vivere rassegnati dinanzi alle proprie croci di ogni giorno, perché, paradossalmente, solo morendo si risuscita a vita eterna.



0 commenti: