NEWS
Loading...

Un Crozza/Berlusconi 'formidable', a Sanremo viene contestato da Lettiero Munafò

Crozza fa sempre parlare di sé.

Ieri, alla prima serata del Festival, ha diviso il pubblico di Sanremo che in sala lo ha addirittura fischiato, per poi fare una standing ovation, per le sue imitazioni di Berlusconi, Ingroia, Montezemolo e Bersani.

Godibile come sempre, ha anche fatto un omaggio a Polisemantica, utilizzando l'idea dell'ossimoro
politico del partito di Ingroia, Rivoluzione Civile, come avevamo osservato tempo fa.

Da Mario Luzzato Fegiz e altri noti esponenti televisivi e musicali non sono però mancate le critiche.

In effetti "l'emittente" Crozza, nell'esporre il suo testo (la serie delle sue imitazioni), si è trovato di fronte non proprio al suo "lettore modello", per intenderci il suo fedele pubblico di La7, con cui condivide anche le più piccole sfumature dei suoi personaggi, ma a un ricevente più vasto (la platea mediatica dell'Ariston) non sempre in sintonia con il testo proposto.

Lo stesso comico si è ritrovato dunque in difficoltà, in quanto la sua esposizione ironico/macchiettistica non era universalmente condivisa.

Fazio da astuto e preparato comunicatore è venuto subito in soccorso di Crozza, cercando di isolare le voci fuori dal coro.

Ma la sensazione di una serata sbagliata del comico genovese non è stata del tutto fugata.

Crediamo comunque che Crozza, nel contesto a lui più congeniale del suo show restituisca pan per focaccia ai sobillatori sanremesi (Letterio Munafò in primis)!

Ecco l'intervento di Crozza:


Ecco il contestatore Munafò:

0 commenti: