LE FUNZIONI DEL LINGUAGGIO IN 'COME L'ACQUA DENTRO IL MARE' DEI MODÀ


Siamo abituati ad analizzare il testo di una canzone popolare con l'ausilio delle onnipresenti figure retoriche. In alcuni casi però, come nel brano dei Modà troviamo altri elementi, come le funzioni del linguaggio di Jakobson.

Come l'acqua dentro il mare è il titolo di una delle due canzoni presentate per la prima volte dai Modà durante l'edizione 2013 del Festival di Sanremo.

Il titolo stesso risulta una comparazione con l'amore.

Seguono numerose metafore della vita:
  • La vita ci consegna le chiavi di una porta e prati versi sopra i quali camminare
poi alcune allegorie dell'esistenza umana:
  • Puoi scegliere tra i frutti, quali cogliere o lasciare maturare
  • Perché i sogni sono le ali per volare, se vuoi porta qualcuno in viaggio, ma a nessuno dai modo di potertele spezzare
Dal punto di vista degli atti linguistici, sono presenti i:
  • commissivi del mio tu non ti devi preoccupare, perché non può finire
  • direttivinon temere di sbagliare, perché aiuta le persone ad imparare
  • dichiarativise avrai un dubbio, che tra il bene e il male, vince sempre il bene, te lo posso giurare
Presenti incessantemente le funzioni comunicative di Jakobson:
  • l'imperativa (detta anche conativa), impiegata ogni volta che vi è un invito a comportarsi in qualche modo
    Non temere di sbagliare", "E difendi la bellezza del perdono, Ricorda che un sorriso è il gesto più prezioso", "Amore ascolta bene, non smetter di sognare", "Accetta le sconfitte, l’invidia e l’impotenza", "Ma non dimenticare, anche se l’ho già detto, Se avrai un dubbio, che tra il bene e il male Vince sempre il bene"
  • l'emotiva"Amore fai tesoro di ogni tuo respiro", "l’amore a volte può far male, ma del mio tu non ti devi preoccupare, perché non può finire, come l’acqua dentro il mare"
La funzione poetica è invece sempre presente, in ogni singola nota,  in ogni parola della bellissima canzone dei Modà.


Ecco il testo:

Come l’acqua dentro il mare

Meglio cominciare da quello che mi viene
Più semplice da poterti raccontare
La vita ci consegna le chiavi di una porta
E prati versi sopra i quali camminare
Puoi correre o fermarti
Puoi scegliere tra i frutti
Quali cogliere o lasciare maturare
Vietato abbandonare il sogno di volare
Ma per quello c’è bisogno dell'amore
Io posso solo dirti
Non temere di sbagliare
Perché aiuta le persone ad imparare
E sappi che tra il bene e il male
Alla fine vince il bene
Amore fai tesoro di ogni tuo respiro
E difendi la bellezza de perdono
Ricorda che un sorriso è il gesto più prezioso
Per piacere e farsi ricordare
Ricorda che l’amore a volte può far male
Ma del mio tu non ti devi preoccupare
Perché non può finire
Come l’acqua dentro il mare
Amore ascolta bene, non smetter di sognare
Perché i sogni sono le ali per volare
Se vuoi porta qualcuno in viaggio
Ma a nessuno dai modo di potertele spezzare
Accetta le sconfitte, l’invidia e l’impotenza
Di chi osserva e perde il tempo a giudicare
E abbi sempre a coscienza, la pazienza, la prudenza
E ricordati che è sempre meglio dare
Ma non dimenticare, anche se l’ho già detto
Se avrai un dubbio, che tra il bene e il male
Vince sempre il bene
Te lo posso giurare
Amore fai tesoro di ogni tuo respiro
E difendi la bellezza del perdono
Ricorda che un sorriso è il gesto più prezioso
Per piacere e farsi ricordare
Ricorda che l’amore a volte può far male
Ma del mio tu non ti devi preoccupare
Perché non può finire come l’acqua dentro il mare
Amore fai tesoro di ogni tuo respiro
E difendi la bellezza del perdono
Ricorda che un sorriso è il gesto più prezioso
Per piacere e farsi ricordare
Ricorda che l’amore a volte può far male
Ma del mio tu non ti devi preoccupare
Perché non può finire
Come l’acqua dentro il mare
LE FUNZIONI DEL LINGUAGGIO IN 'COME L'ACQUA DENTRO IL MARE' DEI MODÀ LE FUNZIONI DEL LINGUAGGIO IN 'COME L'ACQUA DENTRO IL MARE' DEI MODÀ Reviewed by Polisemantica on venerdì, febbraio 15, 2013 Rating: 5

Nessun commento:

Powered by Blogger.