NEWS
Loading...

Il ritorno di Carosello e il fascino del 'vintage' descritto dal 'calendario di Laver'.

Apprendiamo da un articolo apparso oggi su Repubblica.it che sugli schermi televisivi di tutta Italia tornerà Carosello, la storica e rimpianta trasmissione pubblicitaria che fu interrotta nel lontano 1977 perchè ritenuta vecchia e non adatta alle nuove necessità comunicative, del marketing e advertising dei successivi anni '80.

Così i bambini del terzo millennio potranno "andare a letto dopo Carosello" come facevano i loro genitori quaranta e più anni fa.

Ci informa Repubblica.it che "La storica striscia pubblicitaria rinascerà infatti in versione aggiornata attorno a
fine marzo. Duecentodieci secondi di "spot" d'autore (probabilmente tre da un minuto e uno da mezzo) in onda alle nove ogni sera su Rai1 con musiche, stile e confezionamento simili alla versione originale che ha segnato non solo la storia di Viale Mazzini ma anche l'intera generazione del baby-boom".

Il passato ritorna in questa "operazione vintage" che guarda al futuro osservando le proprie radici.

E partendo da questa presupposizione che diviene interessante il calendario di Laver, che ci sottolinea come oggetti, manufatti, mode e avvenimenti, vengano percepiti molto diversamente, ovvero, comunicano idee differenti, a seconda del periodo in cui si collocano rispetto al "loro tempo", momento dell'hic e nunc in cui "sono di moda", trendy, simpatici, apprezzati.

Eccolo di seguito, il calendario dello "spirito del tempo" di Laver:

Indecente – 10 anni prima del suo tempo

Spudorato – 5 anni prima del suo tempo

Audace - 1 anno prima del suo tempo

Elegante - l'anno del suo tempo

Inelegante – 1 anno dopo il suo tempo

Orrendo – 10 anni dopo il suo tempo

Ridicolo – 20 anni dopo il suo tempo

Divertente – 30 anni dopo il suo tempo

Originale – 50 anni dopo il suo tempo

Incantevole - 70 anni dopo il suo tempo

Romantico - 100 anni dopo il suo tempo

Meraviglioso - 150 anni dopo il suo tempo


Sono trascorsi tra i trenta e i cinquant'anni dal momento di massimo fulgore di Carosello, che fu 'inventato' nel 1957 e concluso vent'anni dopo, quindi il programma, è ovviamente, percepito ora dai vertici Rai come "divertente" e  "originale" e quindi degno di riapparire sui nostri schermi.

E' l'eterno ciclo dei corsi e ricorsi storici di Vichiana memoria. "Tutto passa", diceva Eraclito, ma è anche vero il contrario, la sua antitesi, "tutto torna".

3 commenti:

Anonimo ha detto...

vorrei aggiungere che un tentativo era già stato fatto... nel 1997. dopo un pò fu sospeso, chissà perchè.

Anonimo ha detto...

le più belle pubblicità le ho viste a carosello

Anonimo ha detto...

carosello,doveva partire a fine marzo
ma perchè non è andato in onda?