ANIMALI OBESI: L'IPERBOLE DELLA SERIE CULT DEI CORTI ANIMATI


E se leopardi e coccodrilli fossero costantemente sovrappeso, che savana sarebbe?

Un coccodrillo con qualche chilo di troppo che non riesce a raggiungere le proprie prede. Un leopardo che dorme su un ramo, ma all'improvviso le sue "rotondità" lo fanno cadere rovinosamente a terra.

Se gli animali della savana diventassero improvvisamente obesi cosa accadrebbe?



Con questa idea innovativa che nasconde iperboli visive e antitesi, come lo slanciato ghepardo che diventa obeso, gli studenti della Film Academy Baden-Württemberg, in Germania, hanno presentato la loro idea al Festival dedicato all'animazione di Stoccarda.

Il risultato è una serie di corti animati che raccontano ridicoli (e divertenti) inseguimenti i cui protagonisti sono predatori e prede rallentati dalla loro obesità.

L'utilizzo di forme ondulate e circolari, secondo i principi enunciati dalle categorie eidetiche, sottolinea il loro essere simpatici, dolci, teneri, "coccolosi" e aumenta l'empatia nello spettatore.

Tale savana "ingrassata" diventa anche metafora di quelle zone del mondo in cui il benessere ha portato gli abitanti a prendere peso oltre misura, quindi la savana diventa metafora della nostra società.
ANIMALI OBESI: L'IPERBOLE DELLA SERIE CULT DEI CORTI ANIMATI ANIMALI OBESI: L'IPERBOLE DELLA SERIE CULT DEI CORTI ANIMATI Reviewed by Polisemantica on sabato, febbraio 23, 2013 Rating: 5

Nessun commento:

Powered by Blogger.