NEWS
Loading...

MISSONI DISPERSO E L'IMPLICITA SPERANZA PRESUPPOSTA


Come sempre accade i titoli dei giornali si basano su conoscenze date per scontate nel pubblico.

Ieri, per esempio leggevamo: "Missoni disperso. Io so che è vivo".

Il titolo dello strillo nasconde una evidente presupposizione. Si dà per scontato che chi legge sappia

1) che il figlio di Missoni è disperso
2) che a proferire "Io so che è vivo" sia stato un familiare.

La frase nasconde anche una implicazione: se una persona è dispersa non vi è modo di avere sue notizie dirette, quindi se qualcuno afferma di "sapere" che è vivo, o è un familiare che si aggrappa alla speranza o è un medium che ha percezioni extrasensoriali.


0 commenti: