NEWS
Loading...

MARIANGELA MELATO, TRAVOLTA DA UN INSOLITO DESTINO


Vogliamo ricordare Mariangela Melato attraverso la splendida interpretazione di Raffaella Pavone Lanzetti, al fianco di Giancarlo Giannini in "Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare d'agosto" di Lina Wertmüller, allegoria della condizione sociale.

Gennarino Carunchio, rozzo marinaio siciliano, fervente comunista, nutre sentimenti di insofferenza e disprezzo verso i ricchi turisti, che deve suo malgrado servire per sopravvivere.

Gennarino è costretto a dover soddisfare le richieste della "padrona", fino a che, per un guasto al motore di un gommone, i due si ritroveranno soli in mare aperto.

Approdati su un'isola deserta, i ruoli si invertiranno, e la Lanzetti diventerà giocoforza schiava del marinaio, che sfoga su di lei antiche frustrazioni sessuali e sociali, facendo nascere una forte passione tra i due.

Un esempio evidente di come il testo (in questo caso la narrazione filmica) possa variare, al variare del contesto. I due sono infatti personaggi antitetici (potente/servitore) che grazie alla modifica del contesto invertono i loro ruoli con un'antitesi dell'antitesi.

1 commenti:

Zio Scriba ha detto...

Splendido film! Ma lo è altrettanto quello che ho visto ieri, La poliziotta, una pellicola del 1974 che sembra parlare di oggi...
Ma lei è stata grandissima anche in molti altri: come non ricordare Il gatto, accanto a un immenso Tognazzi?
Ciao Mariangela, e grazie!