LE FIABE DEI FRATELLI GRIMM E LE FUNZIONI DI PROPP

Le fiabe rivestono una notevole importanza anche nell'era digitale tanto che uno dei più celebri doodle apparsi sulla home page di Google Search è stato senza dubbio quello dedicato al mondo delle fiabesco dei fratelli Grimm.


Le fiabe sono un elemento costitutivo della nostra identità culturale, ci hanno accompagnato durante l'infanzia e hanno fatto meditare e ragionare molti studiosi sulla loro capacità di essere testi "evergreen", che non invecchiano mai e che mantengono inalterate le loro capacità comunicative.

ADV



Vladimir Propp,  linguista e antropologo russo del secolo scorso, ha studiato con il suo "Morfologia della Fiaba" le tipologie di personaggi presenti e che ancora oggi vengono utilizzate nella realizzazione dei media e possono essere applicate alla maggior parte delle storie, siano esse letterarie, teatrali, cinematografiche, televisive sino a comprendere i videogiochi.

Alcune delle principali funzioni indicate da Vladimir Propp
Nelle fiabe sono inoltre innumerevoli le variabili comunicative, strutture semionarrative quali quadrati semiotici, modelli attanziali, mitemi, archetipi e via discorrendo, che rendono, attraverso questi stratagemmi di semiotica il testo assolutamente coinvolgente per un pubblico semplice, ma paradossalmente tanto esigente come quello dei più piccoli.
LE FIABE DEI FRATELLI GRIMM E LE FUNZIONI DI PROPP LE FIABE DEI FRATELLI GRIMM E LE FUNZIONI DI PROPP Reviewed by Polisemantica on mercoledì, marzo 28, 2018 Rating: 5
Powered by Blogger.